loader

5 consigli per ottimizzare le giornate di lavoro - Equibrio
0

Carrello
0

Totale

0,00

Il prezzo dell'ordine non include le spese di spedizione.
Le spese di spedizione verranno calcolate nel prossimo step.

Blog

5 consigli per ottimizzare le giornate di lavoro

10
Mar
2020

Dai piatti gourmet monoporzione allo spazio operativo: tutte le soluzioni per non perdere nemmeno un secondo

Ogni mattina una gazzella si sveglia e sa che dovrà correre più del leone. E lo stesso vale per il suo rivale, consapevole di dover dare il meglio per raggiungere la preda. Ma che dire delle tue sfide quotidiane? Anche tu ti ritrovi a gareggiare contro il tempo e a fare appello a tutte le tue energie per portare a termine i compiti della giornata. Eppure, organizzarla in modo efficiente è possibile e noi ti spieghiamo come fare.

Stress e distrazioni: i peggiori nemici della produttività

Ti è mai capitato di accorgerti, a fine giornata, che tra email, telefonate e inviti a pranzo non avevi combinato niente? O, magari, di essere talmente in ansia da non riuscire più a connettere? In realtà la mancanza di tranquillità, insieme alle attività che rubano minuti preziosi, sono un problema comune, da superare con i seguenti tips and tricks.

Organizzare il lavoro è una mission impossible? Non con queste 5 abitudini

1. Fai una cosa alla volta. Non eccedere con i task, ma selezionane una o due e portale a compimento. Focalizzarti ti permetterà di inquadrare meglio l’obiettivo e di raggiungerlo più serenamente, grazie a una maggiore pace interiore.

2. Ritagliati il tuo spazio: nelle giornate intense, non temere di isolarti. Chiedi ai colleghi di filtrare le chiamate e se lavori in un openspace, ritirati in una stanza da solo.

3. Struttura al meglio la tua postazione operativa. Non è un segreto che il disordine pregiudichi la concentrazione. Ricorda, dunque, di riassettare la tua scrivania, corredandola solo dello stretto necessario e magari, di una tazza di tè.

4. Per rendere al 100%, riposati! Sapevi che il cervello umano, dopo circa 45 minuti, non riesce più a mantenere viva l’attenzione? Ti conviene, dunque, usare un timer o una di quelle clessidre che vanno di moda al momento per ricordarti che è ora di fare un break, magari per bere un caffè o chiamare una persona cara. Dopo la pausa risulterai rinfrancato e ricomincerai più fresco di prima!

5. Punta sui piatti gourmet monoporzione: quando una scadenza si avvicina, la tentazione è quella di dedicarsi anima e corpo al lavoro e talvolta, persino di saltare i pasti. Ma si tratta di una strategia controproducente. Hai presente il detto mens sana in corpore sano?

Ebbene, i latini non sbagliavano e, proprio come il fitness la sera prima, anche un pranzo leggero ed equilibrato aiuta a superare una giornata pesante. Infatti, a differenza del cibo spazzatura, quello salutare aumenta le capacità di attenzione e concentrazione trasformando la pausa pranzo in un momento rigenerante.

Certo, sarebbe meglio poter contare su qualcosa di pronto, per non sprecare tempo prezioso. Ed è proprio per questo che sono nati i piatti gourmet monoporzione Equibrio, che permettono di alimentarsi in maniera sana e rapida, senza rinunciare al gusto e alla qualità.

Lasciati tentare... contattaci!

Informativa Privacy
Letto e compreso
Attività di marketing:
do il consensonon do il consenso

Attività di profilazione:
do il consensonon do il consenso